Il CEO di Twitter Jack Dorsey scommette ancora su Bitcoin come valuta nativa di Internet

Jack Dorsey è andato a lodare Bitcoin chiamandolo la valuta nativa di Internet. Tuttavia, Dorsey ha aggiunto che per garantire il successo a lungo termine del Bitcoin, esso deve essere reso più „intuitivo“ oltre che „conveniente“ e „efficace nel tempo“.

Il CEO di Twitter Jack Dorsey si è espresso nuovamente a favore del Bitcoin

Il CEO di Twitter Jack Dorsey si è espresso nuovamente a favore del Bitcoin, la più grande valuta crittografica del mondo, durante la sua ultima intervista con Reuters. Dorsey, che è anche il fondatore di CashApp e della piattaforma di pagamento mobile Square, afferma che il Bitcoin è ancora la „valuta nativa di internet“.

L’amministratore delegato di Twitter ha aggiunto che il potenziale di Bitcoin supera ancora tutti gli altri sviluppi che sono avvenuti nel mercato dei crittografi. Tuttavia, egli osserva che il Bitcoin deve essere reso più „intuitivo“ per avere successo nel lungo periodo. La popolarissima CashApp di Dorsey è la piattaforma degli investitori per comprare e vendere Bitcoin con facilità. Egli osserva:

Il suo lavoro è „rendere [Bitcoin] facile l’accesso alle persone, renderlo facile da capire e, soprattutto, da utilizzare. Penso che internet garantisca una […] valuta nativa e […] il Bitcoin è probabilmente la migliore manifestazione di ciò finora. Non riesco a vedere questo cambiamento dato che tutte le persone che vogliono la stessa cosa e la costruiscono per quel potenziale“.

Ha indicato due aree principali su cui il Bitcoin deve concentrarsi per avere successo a lungo termine. La prima è rendere il Bitcoin efficiente in termini di costi e di tempo migliorando i tempi di transazione e l’efficienza. Il secondo punto che sottolinea è che il Bitcoin deve essere „intuitivo per le persone; che capiscano perché potrebbero usarlo, che capiscano dove si trova, e che possano accedervi in un modo che sembra simile alla semplice consegna di denaro cartaceo“.

Alcuni svantaggi del Bitcoin, ma cosa lo fa andare avanti?

Nei primi tempi del Bitcoin, gli esperti lo pubblicizzarono come la prossima valuta globale. Tuttavia, a più di un decennio dalla sua nascita, il Bitcoin è ancora costoso per l’uso quotidiano. Oggi, il costo medio di una transazione Bitcoin si aggira intorno ai 2,5 dollari. Inoltre, ci vogliono circa 9-10 minuti per inviare Bitcoin tra un indirizzo e l’altro.

Beh, rispetto ai metodi di pagamento bancari tradizionali, il Bitcoin è ancora molto più veloce e meno costoso per le transazioni globali transfrontaliere. Tuttavia, non è certamente adatto per gli acquisti giornalieri su terminali PoS o online. La CashApp di Dorsey rende relativamente più facile per gli utenti acquistare Bitcoin.

Ma ha aggiunto che „dobbiamo costruire la moneta in modo che sia tanto intuitiva, veloce ed efficiente quanto quello che esiste oggi e ovviamente va oltre“. Dorsey ritiene che i principi fondanti del Bitcoin, il decentramento e il consenso, siano alla base della sua esistenza.

„Internet è qualcosa che è guidato dal consenso ed è costruito da tutti, e chiunque può cambiarne il corso. Il Bitcoin ha gli stessi modelli, è stato costruito su Internet“, ha detto.